PTOF

L’Istituto Professionale “F. L. Morvillo Falcone” ha attuato il regolamento di riordino degli Istituti Professionali. Sono attivi i seguenti corsi:

  • SERVIZI PER LA SANITÀ E L’ASSISTENZA SOCIALE;
  • SERVIZI SOCIO-SANITARI, con articolazione: ARTI AUSILIARIE DELLE PROFESSIONI SANITARIE - OTTICO;
  • SERVIZI SOCIO-SANITARI, con articolazione: ARTI AUSILIARIE DELLE PROFESSIONI SANITARIE – ODONTOTECNICO;
  • INDUSTRIA E ARTIGIANATO PER IL MADE IN ITALY.

A questi corsi si aggiungono:

  • corsi ad esaurimento per SERVIZI SOCIO-SANITARI e PRODUZIONI TESSILI SARTORIALI;
  • un corso serale per SERVIZI PER LA SANITA’ E L’ASSISTENZA SOCIALE (oltre che un corso serale ad esaurimento per SERVIZI SOCIO-SANITARI).

Il Curricolo, espressione dell’autonomia scolastica e della libertà d’insegnamento, esplicita le scelte scolastiche e l’identità della scuola che, attraverso la sua realizzazione, sviluppa e organizza la ricerca e l’innovazione educativa. Esso struttura e descrive l’intero percorso formativo che l’alunno compie e nel quale si fondono i processi relazionali e cognitivi. La nostra Scuola, sempre attenta ai bisogni della “persona” e al suo bagaglio conoscitivo, ha privilegiato, nell’elaborazione del curricolo, le scelte didattiche più significative e le strategie più idonee, sempre in riferimento al “profilo dello studente al termine del 2° ciclo d’istruzione, ai traguardi per lo sviluppo delle competenze e agli obiettivi di apprendimento specifici per ogni disciplina”. Il nostro istituto si pone come obiettivo quello di formare, alla fine del percorso di studi, ragazzi con un bagaglio ben definito di conoscenze e competenze, nel rispetto di quanto previsto a livello ministeriale. I Docenti, per conseguire tale obiettivo, hanno elaborato un Curricolo Verticale, che si articola attraverso le discipline nella progettazione di UDA, partendo dall’individuazione preventiva di traguardi per lo sviluppo delle competenze e di obiettivi di apprendimento misurabili, osservabili, trasferibili e che garantiscano la continuità e l’organicità del percorso formativo. Con questo percorso si vuole garantire il diritto dell’alunno ad un itinerario formativo organico e completo, che promuova uno sviluppo articolato e multidimensionale del soggetto il quale, pur nei cambiamenti evolutivi, costruisce la sua identità in cui sono intrecciati il SAPERE, SAPER FARE e SAPER ESSERE.

I corsi sono arricchiti da:

  • elaborati percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento, che prevedono numerose esperienze attinenti al percorso specifico di studi (come, per citarne alcune, ALTERNANZA DENTALCAD, ALTERNANZA TECNODENTAL, ALTERNANZA MINNO, ALTERNANZA SANTA CHIARA, ALTERNANZA DE MATTEIS, LA SFILATA DI MODA: ARCHITETTURA DI UNO STRUMENTO MEDIATICO E PUBBLICITARIO, ARTE TERRITORIO E IDENTITA', FARE IMPRESA A SCUOLA: START-UP – IMPRESA FORMATIVA SIMULATA, CORSO NORMATIVA SULLA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO, ALTERNANZA I.C. CAROVIGNO/SAN VITO DEI NORMANNI/SAN MICHELE SALENTINO);
  • numerose iniziative di ampliamento curricolare (come, per citarne alcune, RILEGGIAMO L'ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE, EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ, IL RICICLO CALZA BENE, INCLUDIAMO IL BULLO, PROGETTO MOIGE, IL FUTURO DELL'UNIONE EUROPEA È NELLA SUA STORIA, PET PER ADULTI, PERCORSI FORMATIVI DI CITTADINANZA DIGITALE, IL LAVORO CHE SARAI, EDUCERE-EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA GLOBALE, STUDIO E LAVORO, DALLA GRAMMATICA AL TESTO CON IL PROF. FRANCESCO SABATINI E L’ACCADEMIA DELLA CRUSCA, PROGETTO ACCOGLIENZA A BRACCIA APERTE, PROGETTO GIORNALISMO, ORIENTAMENTO IN INGRESSO, FARE IMPRESA A SCUOLA: START-UP – IMPRESA FORMATIVA SIMULATA, PROGETTO LA RICERCA ATTIVA DEL LAVORO, PROGETTO COMUNICARE: DALLA TEORIA ALLE MODALITÀ PRATICHE DELLA BUONA COMUNICAZIONE, PROGETTO ESERCITAZIONI CORALI, LA COMPETENZA LOGICO-MATEMATICA, SPAZIO ASCOLTO).

PTOF

Nella costruzione del Piano dell’Offerta Formativa l’I.P.S.S.S. "MORVILLO FALCONE" si è ispirato ad alcuni principi, ritenuti fondamentali, di carattere generale quali:

  • la flessibilità nella scelta dei percorsi didattici, nei contenuti che li caratterizzano, nelle metodologie di lavoro utilizzate;
  • l’integrazione tra le diverse iniziative progettuali realizzate e l’interazione progettuale tra la Scuola ed il Territorio che la circonda;
  • la responsabilità in tutti i processi autonomamente attivati con il coinvolgimento di tutte le sue componenti;
  • l’educazione alla cittadinanza attiva;

ed altri principi specifici:

  • sviluppo in tutti gli attori dell’istituto del senso di comunità scolastica;
  • sviluppo in tutti gli studenti della capacità di autonomia e di organizzazione professionale.

Alla Scuola, più di ogni altra agenzia educativa, spetta il compito di condurre gli studenti verso competenze sia di tipo cognitivo sia comportamentale, nella tutela della complessità che contraddistingue la persona. 

Per il raggiungimento degli obiettivi generali prefissati ci si avvale di contributi curriculari ed extracurriculari. Le Attività curriculari fanno parte del normale curricolo, ossia del percorso scolastico che tutti gli studenti devono obbligatoriamente seguire.

Oltre alle lezioni tradizionali svolte in classe, esse comprendono:

  • l’attività di accoglienza (per gli studenti del primo anno);
  • l’orientamento scolastico e professionale;
  • il sostegno e recupero;
  • le visite ed i viaggi di istruzione;
  • i percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento.

Le Attività extracurriculari fanno parte dell’ampliamento dell’Offerta formativa, sono autonomamente scelte dagli studenti in orario extrascolastico e sono spesso anche aperte al territorio.
Per quanto riguarda il raggiungimento della Mission di Istituto occorre considerare che il passaggio al Nuovo ordinamento degli Istituti professionali attuato dal D.L.61/17 porta ad abbandonare la logica dei percorsi rigidamente predefiniti, per passare ad una loro contestualizzazione mediante specifiche Unità di Apprendimento, nonché attraverso l’interazione con le opportunità offerte dal Territorio.
Di conseguenza è accentuata la flessibilità organizzativa-didattica e la personalizzazione dei percorsi, per corrispondersi alle diversità degli stili cognitivi e capacità di apprendimento degli studenti, alle loro sensibilità, attitudini e differenti livelli motivazionali.
Per tutto il corso di studi, in aggiunta alle lezioni convenzionali, con l’intento di incrementarle gradualmente nel tempo, nell’Istituto saranno adottate metodologie di tipo induttivo con esperienze di laboratorio e in contesti operativi, analisi e soluzioni di problemi relativi ai settori di riferimento degli indirizzi presenti nel nostro istituto, lavoro cooperativo e percorsi di percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento.
Le altre occasioni formative previste dal PTOF tengono in conto le diverse competenze immediatamente spendibili di cui gli studenti hanno bisogno, così che:

  • gli studenti del primo anno utilizzeranno le esperienze formative per potenziare abilità di tipo strumentale (lettura, scrittura, calcolo, lingue straniere) e di tipo relazionale;
  • gli studenti del triennio utilizzeranno le esperienze formative per realizzare competenze specifiche, già legate alle condizioni reali del lavoro, già aperti verso le relazioni esterne al sistema scolastico.

PTOF

La provincia di Brindisi conta circa 400.000 abitanti. La provincia, e la città in particolare, hanno vissuto una forte crescita economica, culturale e demografica a partire dagli anni ’60 e ’70 del secolo scorso, grazie ad un repentino sviluppo industriale. Il fisiologico ridimensionamento di questi settori e una mancata riconversione del territorio, aggiunto alla profonda crisi generale ha portato negli ultimi anni ad una crisi economica, occupazionale, culturale, e, ad una decrescita demografica. In questo contesto opera il nostro istituto: la gran parte della popolazione scolastica proviene da famiglie di reddito e istruzione medio-bassi, con aree di disagio e tassi di dispersione importanti. Il recupero della dispersione e degli abbandoni caratterizza da sempre il nostro Istituto e ne rappresenta la “mission”: la scuola è, in numerosissimi casi, l'unica agenzia formativa a disposizione dei ragazzi, l'unica, spesso, cui hanno accesso e con cui hanno contatto.
Gli alunni sono divisi tra la sede principale di Brindisi e la sede associata di San Vito dei Normanni. Entrambe le sedi sono inserite nei perimetri urbani e sono ben servite dai mezzi di trasporto pubblici. Ogni aula della sede centrale e' munita di pc, per la gestione del registro elettronico nonchè, per lo svolgimento di attività didattiche, alcune anche di LIM. La sede di Brindisi è dotata di un auditorium, una sala conferenze, una palestra, un laboratorio di odontotecnica, un laboratorio di ceramica, una sala video, due laboratori linguistico-multimediali, un laboratorio scientifico, un laboratorio di ottica, un laboratorio linguistico, due laboratori per modellistica CAD e confezioni, un laboratorio di psicomotricita', quattro laboratori di informatica con LIM.

La sede di San Vito dei Normanni ha un laboratorio tecnologico e non dispone di palestra propria, ma utilizza le strutture del limitrofo Palazzetto dello Sport.

PTOF

L’Istituto Professionale “F. L. Morvillo Falcone” arricchisce i propri percorsi di studio con elaborati Percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento, che prevedono numerose esperienze attinenti al percorso specifico di studi, e con altrettanto numerosi progetti di ampliamento curricolare.

PET PER ADULTI (FSE-PON)
Percorsi per adulti e giovani adulti. Il progetto prevede un percorso, rivolto agli adulti, che possa portare i frequentanti del corso serale a sostenere con successo l'esame per l'acquisizione del livello B1 del Quadro comune europeo di riferimento.
PERCORSI FORMATIVI DI CITTADINANZA DIGITALE (FSE-PON)
Pensiero computazionale e cittadinanza digitale. Le attività riguardano quattro moduli: alfabetizzazione digitale, diritti e responsabilità in internet, lettura, scrittura e produzione in ambienti digitali sicurezza informatica e reti.
IL LAVORO CHE SARAI (FSE-PON)
Orientamento formativo e ri-orientamento. Il progetto prevede 4 moduli di orientamento/ri-orientamento formativo: modulo di ri-orientamento per studenti che in presenza di fattori di criticità necessitano di attività di azioni di orientamento per prevenire l'insuccesso scolastico, modulo indirizzato agli studenti del secondo biennio e quinto anno coinvolti nei percorsi di ASL per promuovere scelte formative e professionali nell'ottica della sostenibilità ambientale, del rispetto della legalità e della cittadinanza; modulo rivolto alle classi quarte quinte con finalità di orientamento universitario; modulo indirizzato agli studenti del secondo biennio e quinto anno che evidenziano la necessità di tutorato personalizzato per prevenire l'insuccesso e accompagnare nel percorso formativo per l'inclusione lavorativa e sociale.
EDUCERE-EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA GLOBALE (FSE-PON)
Educazione alla cittadinanza globale mediante lo sviluppo di competenze sull'alimentazione. Il progetto è strutturato in 3 moduli: educazione alimentare, cibo e territorio; benessere, corretti stili di vita, educazione motoria e sport; civismo, rispetto della diversità e cittadinanza attiva.
STUDIO E LAVORO (FSE-PON)
Potenziamento dei PCTO. Il progetto prevede 3 moduli.

Eventi

Tra digitale e cyber risk: rischi e opportunità del web

Eventi

Tra digitale e cyber risk: rischi e opportunità del web

Lunedì 8 febbraio 2021 dalle ore 10.00 alle ore 13.00 si terrà l’evento online organizzato dal MOIGE, per presentare l’indagine “Tra digitale e cyber risk: rischi e opportunità del web”

Leggi tutto...
Open Digital Day

Eventi

Open Digital Day

Lunedì 21 dicembre presso l'istituto Morvillo Falcone si terrà l'Open Digital Day, una mattinata dedicata alla prevenzione dai cyber risk.

Leggi tutto...

Eventi

Storie di Alternanza

Lunedì 23 e giovedì 26 il nostro Istituto è stato premiato, rispettivamente dalla Camera di Commercio e da Unioncamere, per il video "Memorie di Alternanza".

Leggi tutto...

Torna su